Alimentazione e crescita

Alimentazione in età evolutiva

@mariiya - Fotolia.com

di Pasquale Petrucci

Navigando in internet troviamo tante indicazioni in merito all’alimentazione dei nostri ragazzi, specie in età evolutiva. Ma è bene, ancora una volta, fare chiarezza.

Sfogliando gli appunti di quando ero studente mi sono imbattuto in tante informazioni che possono essere utili per l’alimentazione dei bambini. Durante tutto il periodo dell’età evolutiva, l’alimentazione deve apportare il materiale energetico e costruttivo necessario al mantenimento e all’accrescimento corporeo del bambino.

Nelle diete di accrescimento assume particolare importanza la qualità oltre che la quantità delle proteine. In questo periodo infatti i due terzi del fabbisogno devono essere forniti da proteine di origine animale. Per la corretta formazione del tessuto osseo è necessaria l’introduzione giornaliera di latte e derivati (ricchi di calcio e di proteine nobili), per l’apporto di vitamine e oligoelementi è consigliato il consumo di frutta e verdure fresche in abbondanza.

Nella seconda infanzia il bambino necessita di un notevole apporto calorico a causa dell’auspicabile elevata attività motoria. In questa fase della vita a volte si manifesta inappetenza dovuta al rallentamento fisiologico dell’accrescimento; trattandosi di sintomi normali non devono destare preoccupazioni. L’alimentazione deve essere basata su cibi semplici, facilmente digeribili, non eccessivamente manipolati o piccanti. Alla fine del sesto anno cessano i divieti ad eccezione delle bevande alcoliche che vanno vietate fino all’adolescenza.

Il periodo dell’età scolare (6-11 anni) e della pubertà (12-14 anni) comprende quasi un decennio durante il quale il bambino diviene ragazzo, modificandosi in modo evidente. I fabbisogni energetici variano moltissimo e dipendono da diversi fattori quali l’età, le richieste energetiche di base e l’attività fisica. Anche in questo caso un’alimentazione variata può essere di valido aiuto. Ricordiamo che la frutta è ideale per la merenda pomeridiana.




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.