Gender

“Difendiamo i nostri figli”: il messaggio di Mons. Paglia

difendiamo i nostri figli

Mons. Paglia ha inviato un messaggio al Comitato “Difendiamo i nostri figli”, che promuove una mobilitazione nazionale per il 20 giugno a Roma, a difesa del diritto di ogni mamma e di ogni papà di educare i propri figli, fermando la colonizzazione ideologica della teoria gender.

«I nostri figli hanno il diritto di essere sostenuti da una famiglia fondata seriamente sul matrimonio e «attendono da noi un’assunzione seria e profonda di responsabilità perché sappiamo mostrare loro e al mondo intero tutta la ricchezza e grandezza della famiglia cristiana». Con queste parole monsignor Vincenzo Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, si è rivolto al Comitato “Difendiamo i nostri figli”, che promuove il 20 giugno a Roma una manifestazione nazionale per riaffermare il diritto di ogni mamma e di ogni papà ad educare i figli e fermare la “colonizzazione ideologica” della teoria gender nelle scuole.

Il presule ha augurato pieno successo all’iniziativa «nella certezza che porterà un contributo prezioso alla vita della Chiesa e di tutte le persone che hanno a cuore il bene dell’intera umanità» richiamando poi le parole dell’Evangelii Gaudium di Papa Francesco sulla famiglia.

«Viviamo in una società – si legge ancora nel testo – che sembra avere smarrito la capacità di vivere legami e rapporti stabili – e questa mentalità – irrompe pericolosamente dentro le mura domestiche».

Per leggere l’intero messaggio di monsignor Vincenzo Paglia:

http://www.vincenzopaglia.it/wp-content/uploads/2015/06/MESSAGGIO-AL-COMITATO-DIFENDIAMO-I-NOSTRI-FIGLI.pdf




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.