Anziani

“Giovani e anziani meglio insieme”

anziani

Il Movimento cristiano lavoratori e la Fondazione Villaggio Famiglia Onlus siglano un progetto per favorire il dialogo intergenerazionale, offrendo ai giovani la possibilità di attingere dall’esperienza degli adulti e garantendo agli anziani una valida assistenza.

“Villaggio famiglia” è il progetto siglato dal Movimento cristiano lavoratori (Mcl) e dalla Fondazione Villaggio Famiglia Onlus per offrire agli anziani una valida assistenza e proporre ai giovani un rinnovato dialogo intergenerazionale da cui attingere esperienze e vissuti. È stato siglato un protocollo d’intesa tra le due realtà per consentire cure adeguate e una vita di comunità agli anziani con persone appartenenti a varie fasce d’età con l’obiettivo di vincere le improduttive e contrastanti incompatibilità generazionali e garantire ai giovani il trasferimento dei mestieri e delle esperienze vissute dagli anziani.

«È un ulteriore passo per l’affermazione di valori e progetti condivisi, che deve vedere in prima linea l’associazionismo di ispirazione cattolica in difesa della famiglia e per la tutela dei soggetti più deboli, cui il Mcl sta lavorando da tempo» ha dichiarato Carlo Costalli, presidente nazionale Mcl.

«L’accordo – ha affermato il presidente della Fondazione Villaggio Famiglia Onlus, Bruno Dal Molin – segue le orme di quanto il Santo Padre sta portando al mondo, evidenziando proprio la necessità di creare solidarietà tra le generazioni. In assonanza con il nostro motto che, da sempre, è: “Giovani e anziani meglio insieme”».




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.