Gesù in ferie con noi

Preghiamo insieme con Sant’Alfonso

Sant'Alfonso Maria de' Liguori

Proponiamo ai nostri lettori un percorso da vivere con i bambini per il mese di agosto sui passi dei santi. Oggi preghiamo insieme rileggendo la vita di Sant’Alfonso Maria dei Liguori.

Papà: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

Mamma: Dal vangelo secondo Giovanni

Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l’ho fatto conoscere a voi.

Figlio: Oggi festeggiamo Sant’Alfonso, un santo di origini napoletane nato il 29 settembre 1696. Il suo papà e la sua mamma erano nobili e lui era un bambino molto studioso tanto che si è laureato in legge a soli sedici anni di età. Da ragazzo ricevette anche una seria preparazione musicale che gli permise poi da grande di comporre delle meravigliose canzoncine nelle quali ha trovato l’espressione più concreta della sua fede semplice e profonda: Tu scendi dalle stelle, Fermarono i cieli, Quanno nascette Ninno…Diventato sacerdote nel 1731 un grave terremoto danneggiò alcune zone del Sud Italia e Alfonso con altri compagni si recò in Puglia per portare sollievo alle popolazioni colpite. Fu un periodo molto faticoso e si ammalò seriamente tanto che fu mandato per un po’ di riposo a Scala, un paesino della Costiera amalfitana. Qui S. Alfonso fondò una nuova congregazione di sacerdoti, chiamati Redentoristi. Nominato vescovo, trascorse tutta la sua vita fino all’età di 91 anni dedicandosi alla missione e alla scrittura di opere che ancora oggi vengono lette e meditate.

Padre nostro

 




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.