Gender

Il Consiglio regionale della Ligura dice no alla teoria del gender

Consiglio regionale della Liguria

Liguria: Il Consiglio regionale approva la mozione denominata No alla teoria del gender. Apprezzamento dal parte del Forum ligure delle Associazioni familiari.

In una nota diffusa dal Forum delle Associazioni familiari della Liguria, i responsabili hanno espresso “favore” sulla recente approvazione della mozione denominata No alla teoria del gender da parte del Consiglio regionale ligure.

Nella nota pubblicata anche sul sito web forumfamiglielig.org i responsabili hanno espresso: “apprezzamento in particolare per l’attenzione, esplicitata nella mozione, al rispetto del corpo e dello sviluppo del bambino chiamando le famiglie ad essere responsabili protagoniste delle scelte educative che riguardano i propri figli”. “Ci sembra – si legge – un passo importante verso il rispetto della crescita dei bambini e dei ragazzi”. Per il Forum famiglie, infatti: “la teoria del gender, che poco ha a che fare con il tema dell’omosessualità, è una teoria che alcuni stanno cercando di diffondere nelle scuole, senza troppa informazione. Questa teoria vorrebbe portare i ragazzi a pensare che debbono essere loro a decidere se essere uomini o donne, al di là del corredo cromosomico ricevuto”. Inoltre “il criterio di scelta prelude necessariamente ad un giudizio di valore per cui io scelgo, ciò che è meglio e lascio ciò che è cattivo o quanto meno, meno ‘buono’. Per i sessi però non si può dare un giudizio di valore se non ritornando a società sessiste da cui ci si è, purtroppo solo parzialmente, allontanati con estrema fatica”.




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.