adozioni gay

Due mamme al parco e nessun papà

di Ida Giangrande

Torino, la Corte d’Appello autorizza due coppie di donne ad adottare due bambine di 5 e 7 anni. Arriva intanto il trailer del sequel di ‘Alla ricerca di Nemo’ con tanto di famiglia omogenitoriale al seguito.

Torino, nei giorni scorsi la Corte d’Appello ha autorizzato due coppie di donne ad adottare le figlie biologiche delle compagne di 5 e 7 anni. La sentenza è arrivata dopo che il procuratore generale Giulio Toscano aveva dato parere positivo sulla base dell’interpretazione della legge in vigore sulle adozioni (l’art. 44, lettera d della legge n. 184 del 1983, ndr) che prevede in casi particolari l’adottabilità anche da parte di una persona non coniugata con il genitore. “La sentenza è un’ottima cosa – ha commentato il legale di una delle due coppie Fabio Deorsola – perché sgombera il campo da questioni ideologiche”. Intanto, dopo Kung Fu Panda, arriverà sugli schermi a settembre il trailer del sequel di ‘Alla Ricerca di Nemo’, dove è inserito l’ennesimo modello di famiglia omogenitoriale, due mamma al parco e nessun papà.




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.