Solidarietà

“Amici di Totò… a prescindere”

Totò

di Ida Giangrande

Dieci famiglie in disagio aiutate nel nome di Totò: è l’ultima iniziativa messa in campo dalla onlus “Amici di Totò…a prescindere”, un’associazione che ha come obiettivi fondamentali la promozione sociale e l'impegno per aggiungere qualità alla vita in tutti i settori.

Al centro dell’iniziativa, una ricca biografia sulla grande maschera comica del cinema e del teatro italiano, il principe Antonio de Curtis, le cui copie vendute stanno finanziando la spesa solidale di 10 famiglie in difficoltà. Curatore della biografia è Alberto De Marco, presidente della onlus “Amici di Totò… a prescindere”. “Abbiamo voluto evidenziare i tantissimi gesti di grande umanità che hanno caratterizzato la vita di Totò – spiega De Marco – che nutriva grande amore per il prossimo. “Attualmente, sono dieci le famiglie, segnalate dalle parrocchie dei quartieri più popolari, alle quali abbiamo dato una card da utilizzare presso il supermercato. Miriamo ad aumentare le famiglie: non solo il numero, ma anche il periodo, perché tra 12 mesi vorremmo continuare ad aiutare. E un’altra delle ardue imprese che ci accingiamo a fare con don Aniello Manganiello, il parroco di Scampia – che fa parte del nostro direttivo – è quella di creare anche delle opportunità lavorative e di investire in alcune attività”.




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE






ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.