Il gender può essere un’opportunità per educare al maschile e al femminile?

coppia

Si terrà l’8 e il 9 febbraio, a Roma, il Convegno promosso dall’Ambito Pastorale e dagli Uffici CEI della Pastorale della famiglia e della scuola che si intitola “Maschio e femmina li creò: il gender come sfida e come opportunità per educare all’identità e all’affettività nella famiglia e nella scuola”. Tra i relatori Padre Marco Vianelli, direttore della Pastorale familiare della Cei e Tonino Cantelmi, psicologo e psicoterapeuta.

Maschio e femmina li creò: il gender come sfida e come opportunità per educare all’identità e all’affettività nella famiglia e nella scuola”, si intitola così il Convegno promosso dall’Ambito Pastorale e dagli Uffici CEI della Pastorale della famiglia e della scuola che si terrà dall’8 al 9 febbraio a Roma, presso la sede dell’USMI nazionale in Via Zanardelli, 32. 

Il Convegno è rivolto a:

  • Religiose responsabili regionali e diocesane della Pastorale della famiglia e della Scuola.
  • Religiose impegnate nei diversi servizi della Pastorale familiare e nell’accompagnamento dei giovani, con particolare riferimento a chi opera nella scuola.
  • Religiose, consacrati e laici interessati alle tematiche proposte e operanti nelle più diverse istituzioni socio-educativo-religiose.

Tra i relatori S.E. Mons. Vincenzo Zani, ofm segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica, Padre Marco Vianelli, ofm direttore Ufficio Famiglia CEI e Tonino Cantelmi, psicologo e psicoterapeuta.

Obiettivo del Convegno, partendo dalla pubblicazione del documento: “Maschio e femmina li creò. Per una via di dialogo sulla questione del gender nell’educazione” da parte della Congregazione per l’Educazione Cattolica, è offrire un’opportunità di approfondimento, dialogo e proposta formativo-didattica per quanti, religiosi e laici, sono impegnati nell’educazione delle nuove generazioni.

Le iscrizioni sono aperte fino al 27 gennaio per info e prenotazioni clicca qui: http://www.usminazionale.net/?p=11166 




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.