giovani

“Voi siete il sale della terra”, giovani al centro

di Ida Giangrande

Nel nostro ultimo Punto Famiglia Plus abbiamo deciso di raccontare il “volto buono” dei giovani. Quello che non fa audience che lavora nel nascondimento e che… crede in Dio.

Voi siete il sale della terra”, si intitola così l’ultimo Plus di Punto Famiglia quello con cui auguriamo buone vacanze ai nostri lettori. Un annuncio di gioia e di speranza era questo che volevamo esprimere con questo titolo rivolto principalmente ai giovani e, attraverso di loro, a tutta la società.

Ed è proprio ai giovani che abbiamo scelto di dedicare questo piccolo dossier, non per denunciarne il disamore, l’irresponsabilità a quello ci pensa già la cronaca di tutti i giorni. Noi abbiamo deciso, invece, di raccontare l’altro volto dei nostri giovani, quello pulito, coraggioso, sano… credente. Quello di cui si sente parlare poco o niente e che non fa audience.

Attraverso le voci di Federica, Emilio e Paola abbiamo voluto mostrare la fisionomia di una nuova primavera per la Chiesa quella fiorita grazie anche all’impulso delle GMG e che trova il suo naturale riflesso nella Fratelli tutti, Esortazione di papa Francesco. “Ho 18 anni. Il 30 maggio ho fatto la Cresima per scelta non perché dovessi farla. Il mio desiderio? Stringermi a Dio sempre di più ed essere d’aiuto alla società intera”. Così parla la giovane Federica Paciello, il cui sorriso sembra il riflesso della fede che custodisce nel suo cuore.

Come non raccontare poi il coraggio di Emilio Nappo che ha scelto di partire per l’Africa in cerca di Dio e poi la vocazione di Paola Ciniglio, sorprendente e straordinaria come ogni vocazione. Sono i giovani che inseguono le orme di Carlo Acutis, di Sandra Sabattini, che la Chiesa ha il coraggio di mostrare come campioni nella fede. Sono i giovani di cui andiamo fieri.

Leggi qui il nuovo numero di Punto Famiglia Plus

Perché Punto Famiglia Plus? Potrebbero rispondere molto meglio di me quanti hanno collaborato con noi nel corso di questi anni, ma sarebbe un’impresa troppo ardua richiamarli tutti. Provo a rispondere io che di questa grande opera mi sento solo un piccolo e poco efficace strumento. Il dossier mensile di Punto Famiglia nasce dall’esigenza di approfondire le tematiche che ruotano intorno alla famiglia e tutte le sfide che si trova a vivere. Tale approfondimento non vuole esprimere una posizione ideologica, ma intende rappresentare la riprova scientifica e teologica di quanto si afferma di volta in volta, ed è per questo, per evitare ideologismi, che abbiamo invitato gli esperti del settore ad esprimersi in base all’argomento da trattare. Non opinionisti dunque ma medici, teologi, moralisti, sposi, presbiteri, esperti di pastorale, giornalisti collaudati, insomma chiunque impegni la vita, il tempo e la professione ad inseguire la verità di Dio in questo mondo. A ciascuno di loro va un ringraziamento speciale da parte di tutta la Redazione perché il loro contributo ci ha permesso di realizzare piccoli ma autentici capolavori.

Punto Famiglia Plus è un mensile in abbonamento digitale. Chi ci conosce bene sa che non vorremmo chiedere soldi ai nostri lettori, ma il contributo, seppur minimo che chiediamo, ci aiuta a proseguire in questa opera di sensibilizzazione, annuncio e giornalismo. Le tre dimensioni che costituiscono l’anima del team di Punto Famiglia. A voi tutti che ci seguite con passione e slancio auguriamo buona lettura e buone vacanze.

 




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.