31 Luglio 2021

Quel dolore che redime | 31 luglio 2021

In estate leggo molto di più. Sarà che il caldo impedisce di dormire e a sera è piacevole dedicarsi alla lettura. Di solito tra i nuovi rileggo anche qualcuno della mia top twenty (io vado da 20 a 20…10 sono decisamente troppo pochi) dei libri del cuore. E tra questi i posti di onore li occupano i testi di Susanna Tamaro. Ho avuto modo di intervistarla qualche anno fa e ciò che ho imparato da lei è che saper scrivere significa avere un cuore pronto e occhi attenti per accorgersi del mistero che avvolge gli eventi della vita.

Questa ricerca spesso è molto faticosa. Passa attraverso esperienze vissute, dolori laceranti, attese deluse fino a diventare un libro: uno spaccato dell’animo umano che invita il lettore a riflettere, a interrogarsi o semplicemente a contemplare la bellezza e il mistero della vita. È questa la prosa di Susanna Tamaro: un viaggio faticoso e realistico nelle profondità dell’uomo con uno stile pulito e un linguaggio semplice. La scrittrice si definisce una persona solitaria, lontana dal potere del successo. E difatti lei vive in modo austero, lontano dal chiasso. Le chiesi quanto contasse il silenzio nella vita di uno scrittore e lei mi rispose che “il silenzio è alla base della conoscenza di se stessi. Non facendosi coinvolgere dal fragore e dal chiacchiericcio del mondo, ma conservando intatta la capacità di interrogarsi, di stupirsi e di riflettere, si riesce a mettere a fuoco meglio l’inquietudine che è alla base dell’ispirazione di ogni scrittore”.

I suoi libri indagano nella profondità dell’animo umano. Mettono alla luce le contraddizioni ma anche il bisogno di una forte autenticità. Invitano a guardare la realtà a partire dal cuore. Ma per arrivare a questo la Tamaro ha dovuto attraversare tante e sofferte esperienze: un’infanzia molto problematica e solitaria, soprattutto, un susseguirsi di attese deluse, di domande senza risposte, di amore filiale tradito.

 

Credo che uno dei suoi capolavori sia il romanzo Per sempre, dove la Tamaro tratta il tema della riconciliazione di una persona ferita che passando attraverso la morte, guarisce perché accetta la sfida dell’Amore. Che peso ha un tale cammino nella vita di ogni uomo? Perché si ha paura oggi di passare attraverso il dolore? “Il dolore ci rivela a noi stessi” mi disse. “Senza dolore, raramente si riesce a crescere, a diventare esseri umani migliori, più consapevoli. Chi ha paura di passare attraverso il dolore, ha paura di vivere. Vive in un eterno presente, senza mai avere il lampo dello stupore, della gratitudine per quello che la vita potrebbe ancora riservargli. Viviamo ormai tutti in un eterno presente, intrattenuti da distrazioni virtuali, asserragliati nelle nostre piccole infelicità, per paura di affrontare quello che non conosciamo. Ma è proprio quel che non conosciamo che ci rivelerà a noi stessi, che porterà alla luce quella parte nascosta e sorprendente di noi capace di trasformarci da passivi fruitori dei giorni in attivi viandanti pieni di meraviglia, capaci di amare e di riconoscere nell’amore il significato più profondo della vita”.

E voi quali libri state leggendo o rileggendo?


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.