26 Ottobre 2021

Piero Angela: gli omosessuali fanno lo stesso percorso. Siamo certi?

Tutte le strade portano al …DDL Zan. Questa volta chiamando a testimoniare anche Piero Angela, l’icona dell’informazione scientifica televisiva italiana. Del resto i fautori del disegno di legge cercano di sparare tutte le cartucce a disposizione ma mi sa che questa volta hanno proprio esagerato.

A colloquio con Fabio Fazio, in occasione della messa in onda su RaiPlay del programma Superquark+ dedicato alle coppie e all’amore, il bravissimo conduttore 92enne è intervenuto a favore delle unioni omosessuali spiegando che “è una cosa importante da capire perché spesso viene vista l’omosessualità, come un rapporto fisico, contronatura, in realtà le coppie omosessuali fanno esattamente lo stesso percorso: attrazione, innamoramento, gelosia, vita di coppia, figli. Hanno sentimenti, amori, passioni esattamente come le coppie eterosessuali. Bisogna capirlo bene”, ha aggiunto.

Non intervengo sugli altri aspetti del rapporto elencato da Angela ma i figli? In che senso le coppie omosessuali fanno lo stesso percorso per i figli? Ma il divulgatore scientifico per eccellenza mi cade proprio su questo? L’utero in affitto – l’unico modo che permetterebbe un figlio ad una coppia omosessuale maschile – è una pratica disumana e fredda che non ha nulla a che vedere con l’amore e la genitorialità e tra l’altro è anche vietata in Italia. Come si può confondere e confondere chi ascolta?

Guarda un po’, dopo Piero Angela, arriva nella stessa puntata anche il segretario del Pd Enrico Letta che chiaramente torna sul tema dell’omotransfobia spiegando che “abbiamo il dovere di portare avanti e di far approvare il disegno di legge Zan e presto chiederò un’esplorazione con le altre forze politiche per capire se ci sono le condizioni che possano portare ad una approvazione rapida del testo”. Mamma Rai insomma! Un po’ di pudore e di sano equilibrio no? Ah già dimenticavo: il gender non esiste e il politicamente corretto è una favola dei catto-bigotti. Beata e sonnacchiosa Italia che serve la domenica sera la tisana dei non valori ai suoi più addormentati telespettatori in un piatto d’argento. 


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.