Il gusto della solidarietà… una cena per aiutare i giovani in Africa

Il gusto della solidarietà

Il 17 dicembre presso la Dimora Bagatto a Pagani (SA) si terrà una cena di beneficenza per la realizzazione della Mensa e della sala polivalente nella Cittadella della Carità in Burkina Faso. L’evento promosso dalla Federazione Progetto Famiglia, vedrà la partecipazione di chef stellati.

Il 17 dicembre 2021 presso la Dimora Bagatto a Pagani (SA) si terrà la cena di beneficenza organizzata dalla Federazione Progetto Famiglia. Obiettivo della serata la realizzazione della Mensa e della sala polivalente nella Cittadella della Carità in Burkina Faso, un’opera di carità della Fraternità di Emmaus, movimento ecclesiale presente già da molti anni nel Paese dell’Africa subsahariana.

Alla serata parteciperanno chef del calibro di Lorenzo Montoro, Ristorante Il Flauto di Pan (Hotel Villa Cimbrone – Ravello); Peppe Stanzione, ristorante Glicine (Hotel Santa Caterina – Amalfi); Alfonso Crescenzo, ristorante Maxi (Hotel Capo La Gala – Vico Equense); Antonio Tafuro, Osteria 1861 (Santa Maria di Castellabate) e di Sal De Riso, Pastry Chef (Costa D’Amalfi) e Vincenzo Faiella Pastry Chef (San Marzano sul Sarno). La serata sarà moderata da Peppe Iannicelli. Silvio Iaquinandi, proprietario della Dimora Bagatto ha messo a disposizione la struttura gratuitamente contribuendo alla realizzazione dell’evento. 

Grazie alle mani artistiche degli chef, i benefattori presenti alla cena potranno gustare piatti prelibati e nello stesso tempo contribuire ad un progetto ambizioso ma necessario in quella terra dove i giovani desiderosi non hanno le infrastrutture adatte per poter studiare e, usufruire di nuove tecnologie, dell’energia elettrica, di lavagne e libri. 

Fondamentale l’opera in un Paese prevalentemente povero dove le famiglie dei villaggi vivono ancora in condizioni precarie, in case costruite con rami e fango, senza servizi igienici ed energia elettrica. Puntare sui giovani è davvero importante se si vuole dare un volto nuovo alla nazione.

“Nonostante le restrizioni per la pandemia siamo contenti di poter proseguire la nostra opera di solidarietà” ha dichiarato Dina Coppola, fundraiser di Progetto Famiglia Cooperazione, responsabile dell’organizzazione dell’evento. 

Fare bene il bene è una possibilità offerta a tutti. Per chi vuole saperne di più del progetto può scrivere a: dinacoppola@progettofamiglia.org




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE




ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.