Briciole di Vangelo - Tempo di Pasqua

19 Maggio 2022

In Principio l’amore

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 15,9-11)
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore.
Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore.
Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».

Il commento

Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi” (15,9). Se vogliamo che la vita diventi una corsa e se vogliamo avere le energie sufficienti per arrivare alla meta, dobbiamo tornare al principio, a Colui che è il Principio di ogni cosa e di ogni creatura. È questa la proposta che oggi risuona nelle parole di Gesù: tutto ha origine dal Padre ma tutto si rivela nel Figlio, di fatto l’amore del Padre giunge a noi attraverso il Figlio, Verbo fatto carne, unico Mediatore tra Dio e gli uomini. Gesù ci conduce alle sorgenti dell’amore, quello vero. Senza di Lui siamo prigionieri dell’umana debolezza. Da notare l’insistenza dell’aggettivo possessivo: “rimanete nel mio amore”, “osservate i miei comandamenti”, “la mia gioia sia in voi”. L’insegnamento è piuttosto chiaro: non siamo autonomi, chi pensa di fare da solo non giunge alla meta e non scopre la pienezza. Il nostro sguardo deve essere tutto rivolto al Figlio perché solo in Lui Dio rivela la pienezza e solo attraverso di Lui possiamo tornare alle sorgenti della vita e dell’amore.

Rimanete nel mio amore” (15,9): è una parola molto incisiva che risuona con la forza di un vero e proprio comandamento. Prima di invitare i discepoli a camminare nella via dell’amore (15,12), Gesù chiede loro di essere e restare uniti a Lui. Il Vangelo non può essere confuso con un generico appello etico. È piuttosto l’annuncio che senza di Lui non siamo in grado di amare secondo Dio, cioè con quell’amore che viene da Dio ed è capace di fare nuove tutte le cose. Se il suo amore entra nelle fibre del nostro essere, plasma i pensieri e i sentimenti, dona una veste nuova, ci rende capaci di amare in modo nuovo. È questo il cuore di quel cammino che si chiama conversione. Tutto questo però è possibile ad una precisa condizione: “Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore” (15,10). Se accettiamo che sia Dio a tracciare la strada, se facciamo della sua Parola il criterio e la misura del nostro vivere, avremo la forza di camminare nella via dell’amore. È questa la grazia che oggi chiediamo.



Briciole di Vangelo

di don Silvio Longobardi

s.longobardi@puntofamiglia.net

“Tutti da Te aspettano che tu dia loro il cibo in tempo opportuno”, dice il salmista. Il buon Dio non fa mancare il pane ai suoi figli. La Parola accompagna e sostiene il cammino della Chiesa, dona luce e forza a coloro che cercano la verità, indica la via della fedeltà. Ogni giorno risuona questa Parola. Ho voluto raccogliere qualche briciola di questo banchetto che rallegra il cuore per condividere con i fratelli la gioia della fede e la speranza del Vangelo.


Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Silvio Longobardi

Silvio Longobardi, presbitero della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, è l’ispiratore del movimento ecclesiale Fraternità di Emmaus. Esperto di pastorale familiare, da più di trent’anni accompagna coppie di sposi a vivere in pienezza la loro vocazione. Autore di numerose pubblicazioni di spiritualità coniugale, cura per il magazine Punto Famiglia la rubrica “Corrispondenza familiare”.

ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.