Briciole di Vangelo - Tempo di Pasqua

23 Maggio 2022

L’inizio delle ostilità

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 15,26 – 16,4a)
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.

Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi. Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, ve ne ricordiate, perché io ve l’ho detto».

Il commento

Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre” (15,26). L’annuncio della morte è accompagnato dalla promessa dello Spirito. Giovanni Paolo II fa notare che queste parole sono un suggestivo frammento della vita trinitaria: è il Padre che manda lo Spirito, come ha già inviato il Figlio, ma questo dono è frutto della redenzione operata da Cristo, per questo anche il Figlio partecipa al mandato (Dominum et vivificantem, 8). Lo Spirito apre il cuore alla verità e sostiene i discepoli nella fatica della testimonianza, cioè dona loro il coraggio di restare nella verità del Vangelo malgrado le durissime persecuzioni che riceveranno. La Pasqua segna l’inizio delle ostilità: “Viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio” (16,2). Quanto più i discepoli saranno fedeli alla verità, tanto più subiranno tribolazioni di ogni tipo, anche quelle più violenti. La presenza dello Spirito non ci libera dalle difficoltà ma dona la grazia della fedeltà.  

Quando parliamo delle opposizioni che la fede incontra, pensiamo immediatamente a tutti quelli che, sospinti da motivi ideologici o religiosi, avversano il Vangelo. Dobbiamo invece considerare che i contrasti possono nascere anche all’interno della comunità ecclesiale. La vicenda di Padre Pio è piuttosto eclatante. Meno conosciuta quella del Santo Curato d’Ars (1786-1859). A giudizio dei suoi confratelli, Giovanni Maria Vianney era un prete poco intelligente e trasandato nel vestire, uno che non avrebbe potuto dare buoni consigli alle anime che si rivolgevano a lui. Non solo lo criticavano ma proibivano ai fedeli della propria parrocchia di andare ad Ars. Al di là dell’invidia, che inquina i pensieri, è probabile che quei preti fossero sinceramente convinti di fare cosa utile al Regno di Dio. La Parola oggi invita a fare un serio esame di coscienza, chiediamoci se siamo davvero pronti a soffrire per custodire la verità del Vangelo. E impegniamoci a pregare per coloro che, a causa della fede, subiscono violenza o perdono la vita.



Briciole di Vangelo

di don Silvio Longobardi

s.longobardi@puntofamiglia.net

“Tutti da Te aspettano che tu dia loro il cibo in tempo opportuno”, dice il salmista. Il buon Dio non fa mancare il pane ai suoi figli. La Parola accompagna e sostiene il cammino della Chiesa, dona luce e forza a coloro che cercano la verità, indica la via della fedeltà. Ogni giorno risuona questa Parola. Ho voluto raccogliere qualche briciola di questo banchetto che rallegra il cuore per condividere con i fratelli la gioia della fede e la speranza del Vangelo.


Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Silvio Longobardi

Silvio Longobardi, presbitero della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, è l’ispiratore del movimento ecclesiale Fraternità di Emmaus. Esperto di pastorale familiare, da più di trent’anni accompagna coppie di sposi a vivere in pienezza la loro vocazione. Autore di numerose pubblicazioni di spiritualità coniugale, cura per il magazine Punto Famiglia la rubrica “Corrispondenza familiare”.

ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.