29 Giugno 2022

Suor Luisa, una maternità luminosa nella realtà di Haiti

I bambini di “Casa Carlo” piangono suor Elisa ma anche i tanti haitiani che bussavano alla sua porta trovando sorrisi, risposte e aiuti concreti. Un dono per tutti questa suora, un dono che è arrivato fino al martirio. Suor Luisa aveva 65 anni ed era una piccola sorella del Vangelo di Charles de Focauldad, missionaria ad Haiti da 20 anni. Era originaria di Lecco e sabato scorso è stata uccisa ad Haiti, nella capitale Port au Prince.

Le consorelle della Congregazione erano partite da quel Paese tante anni fa, ma lei non aveva mollato, è andata avanti con coraggio, passione, fermezza. Insegnava al seminario, formava i sacerdoti di domani. Ed era per un impegno fondamentale in quel Paese così difficile per i cristiani. Una sua amica e consorella, suor Marcella sulle pagine di Tempi ha testimoniato che suor Luisa si era “dedicata a Cristo e alla Chiesa. Plasmata dal carisma di Charles de Foucauld. Forte. Volitiva ma anche schiva e umile. In tanti anni non mi ha mai chiamato Marcella o Marci ma sempre suor Marcella a sottolineare che il centro dei rapporti è la vocazione, senza sbavature”.

Dopo il dramma del sisma, la gente vive ammassata in una baraccopoli a cavallo tra Delmas 31 e Cité Soleil.  «Non c’è un solo spazio per i bambini. Né per studiare né per giocare. Kay Chal è l’unica oasi dove possono incontrarsi, stare insieme, fare i compiti, vivere la loro infanzia troppo spesso rubata o ridotta in catene» aveva dichiarato suor Luisa ad Avvenire qualche anno fa. Gran parte dei piccoli del centro erano “restavek”, bambini affidate dalle famiglie della provincia a parenti o conoscenti in città nell’illusione che ricevano un’istruzione. In realtà, tutti sanno che saranno trasformati in baby-schiavi. Suor Luisa aveva dedicato anche a loro la sua vita e la sua missione.

Monsignor Mario Delpini, l’arcivescovo di Milano dice che la morte così cruenta di suor Luisa: “Parla di donne coraggiose che servono i poveri nel luogo dove c’è più bisogno, parla del fatto che non siamo e non sono avventuriere, parla del fatto che questa è la vita che il Signore ci chiede di vivere al servizio degli altri, nei posti in cui c’è più bisogno, in cui il pericolo c’è perché c’è più bisogno, non c’è avventura non c’è un’imprudenza, questa è semplicemente una vita condivisa con le persone. Allora io mi auguro che queste parole possano ritornare nel cuore di tutti, possono anche essere comprese da tutti coloro che parleranno di imprudenza, di scelte inutili, insulse. Questa non è inutilità, questa è la vita della missione alla quale il Signore ci ha chiamato, è la vita verso i poveri, è la vita protesa al servizio. Non c’è veramente servizio se non c’è un bisogno, una necessità”.

Che bello pensare a suor Luisa come ad una donna che si è consumata per il Vangelo senza posa, vivendo pienamente la sua femminilità e la sua maternità nella vocazione alla vita consacrata. Siamo grati a Dio per la sua vita così luminosa.


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.