26 Luglio 2022

La vittoria di Jade: attraverso la disabilità

Jade Kingdom ha 35 anni ed è la prima donna con sindrome di Down ad aver completato uno sprint triathlon fino alla fine. Una grande vittoria che le è valsa la partecipazione al successivo Guinness World Records, libro importantissimo nel campo sportivo.

Nello sprint triathlon, Jade ha percorso 750 metri di nuoto, 20 chilometri di ciclismo e 5 chilometri di corsa. Ha completato questo triathlon S il 7 agosto 2021 a Londra in 2 ore, 39 minuti e 55 secondi e in questi giorni ha ricevuto il certificato ufficiale del Guinness World Records dalle mani del suo caporedattore Craig Glenday.

È stato l’esempio di Chris Nikic, un triatleta americano anche lui con la sindrome di Down che le ha dato coraggio per intraprendere questa avventura. Una sfida doppiamente impegnativa poiché non aveva mai praticato sport intensivo e inoltre, a causa della sua disabilità, la giovane soffre di problemi respiratori oltre che di ipotiroidismo. Sotto l’occhio vigile del suo allenatore e l’incoraggiamento della sua famiglia, Jade Kingdom ha intrapreso un allenamento diligente, al ritmo di due sessioni di nuoto, ciclismo e corsa a settimana. Con una tenacia straordinaria.

Ma non è finita qua perché insieme alla sfida sportiva, la triatleta ha raccolto 20.000 sterline per il North Devon Hospice, una struttura che sostiene le persone colpite da una malattia terminale. “Più aumentava la quantità di denaro raccolta, più ero determinata ad avere successo”, ha confidato. Una testimonianza bellissima quella di Jade che senza dubbio ribalta e mette in crisi quanti davanti ad una diagnosi di sindrome di Down del proprio bambino, decidono per l’aborto.

Addirittura abbiamo Paesi come la Danimarca che si vanta di aver stabilito nel 2004 il diritto l’eliminazione dei “difettosi”, rendendo gratuito per tutte le donne il ricorso alla diagnosi prenatale, che in molti paesi è tale soltanto oltre una certa età. Un anno dopo era già nato il 61 per cento di bambini Down in meno rispetto agli anni precedenti. Da allora, il numero è precipitato drasticamente. Niels Uldbjerg, professore presso il dipartimento di Ginecologia all’Aarhus University Hospital, commenta che è un “risultato straordinario” che il numero di neonati con sindrome di Down si avvicini allo zero. Nel resto d’Europa non andiamo meglio. Sempre di più per strada è difficile incontrare persone con sindrome di Down.

La vita di Jade mostra l’orrore di questa mentalità. Chi saranno i prossimi bambini condannati all’estinzione? Quelli affetti da diabete? O magari quelli che hanno qualche patologia cardiaca? E magari già che ci siamo perché non diagnostichiamo ed eliminiamo quelli che cresceranno al di sotto di 1,50 metri? È una società che insegue la perfezione e non si sofferma sull’unicità di ogni vita. Grazie Jade.


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.