6 Agosto 2022

Il nostro Tabor quotidiano

Uno dei posti più belli scolpiti nel mio cuore dal viaggio in Terra Santa è il Monte Tabor, il monte della Trasfigurazione. Lì ho scritto come un fiume in piena facendo memoria dei passaggi più significativi di Dio nella mia vita. Lì ho capito che in ogni giorno ci deve essere una salita al Tabor. Senza questa sosta non potremmo affrontare le inevitabili difficoltà. Se non dedichiamo tempo alla preghiera, non possiamo ammirare la bellezza che ci circonda. Il Tabor quotidiano ci riporta alle sorgenti, rinnova l’alleanza e ci fa riscendere a valle con più gioia.

Questa festa meravigliosa ci ricorda anche che noi siamo stati pensati per il Paradiso, per la luce, per l’amore che si prova quando ci si ritrova abbracciati alla persona che amiamo, o ai figli o ad un amico sincero. Viviamo e dobbiamo vivere nel mondo, bisogna stare da cristiani tra la polvere e il grigiore di giorni difficili ma non dobbiamo mai dimenticare che un giorno saremo chiamati a calpestare le pianure verdeggianti della valle della felicità dove Dio sarà tutto in tutti.

Non è questa una speranza meravigliosa? Una speranza a cui non possiamo rinunciare? Dunque ogni giorno ricerchiamo il nostro Tabor. Dove? La partecipazione alla Santa Messa è decisamente quello spazio in cui il mistero si fa presente. Ogni giorno, oppure ogni settimana la domenica, il Tabor si dispiega e noi siamo immersi da quella nube, vediamo con gli occhi e ascoltiamo con il cuore il Maestro che si rivela e si comunica a noi come il nostro Salvatore.

Gustiamo dunque questo giorno di grazia, in compagnia di Maria. È Lei ogni volta che ci conduce, ci accompagna, resta con noi, fa festa con noi.


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.