BRICIOLE DI VANGELO

23 Settembre 2022

Tutto nasce dal dialogo

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 9,18-22)
Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto».
Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».
Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

Il commento

Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare” (9,18). Luca ama inserire i passaggi più significativi nella vita di Gesù nella cornice della preghiera. Avviene così al battesimo o quando si tratta di scegliere i Dodici. E così pure nella pagina che oggi meditiamo. Anche il tempo della passione sarà accompagnato dalla preghiera. Non è un elemento marginale. I passaggi decisivi nella vita non scaturiscono da scelte improvvise. Non basta neppure meditare a lungo, chiusi in uno sterile soliloquio. Per il credente tutto nasce dal dialogo confidenziale con Dio. Se Gesù stesso, in quanto uomo, ha sentito il bisogno di trovare spazi e tempi per custodire l’alleanza con il Padre, quanto più ne abbiamo bisogno noi che siamo creature fragili ed esposti ai venti delle tentazioni. Stando al Vangelo è Gesù che prega, i discepoli sono con Lui, ma la preghiera è fatta da Lui. L’evangelista evita ogni confusione, come se volesse ricordare che la preghiera del Figlio di Dio è fondamentalmente diversa da quella dei discepoli. Lui vive in intima comunione con il Padre, i discepoli possono soltanto percepire o vivere qualche frammento di questa esperienza. Da questa preghiera scaturisce il dialogo nel quale Gesù consegna ai discepoli delle domande fondamentali: “Egli pose loro questa domanda” (9,18). Ogni volta che ci mettiamo in preghiera, se lo facciamo seriamente, se il cuore è davvero rivolto a Dio, gli diamo la libertà di consegnare parole e domande e la possibilità di bussare alla porta della nostra libertà. A noi resta la responsabilità di decidere se accogliere o meno i suoi appelli. Oggi vi invito a pregare così:

Signore Gesù, insegnaci a pregare e cercarti nei giorni in cui tutto splende e in quelli avvolti dall’oscurità. Donaci la grazia di stare in ascolto con docilità per rispondere tempestivamente alle tue domande. Metti nel cuore il desiderio di fare ciò che a Te piace e la libertà di dire l’eccomi della fede anche quando la strada che Tu indichi non corrisponde a quella che noi abbiamo pensato. Amen



Briciole di Vangelo

di don Silvio Longobardi

s.longobardi@puntofamiglia.net

“Tutti da Te aspettano che tu dia loro il cibo in tempo opportuno”, dice il salmista. Il buon Dio non fa mancare il pane ai suoi figli. La Parola accompagna e sostiene il cammino della Chiesa, dona luce e forza a coloro che cercano la verità, indica la via della fedeltà. Ogni giorno risuona questa Parola. Ho voluto raccogliere qualche briciola di questo banchetto che rallegra il cuore per condividere con i fratelli la gioia della fede e la speranza del Vangelo.


Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Silvio Longobardi

Silvio Longobardi, presbitero della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, è l’ispiratore del movimento ecclesiale Fraternità di Emmaus. Esperto di pastorale familiare, da più di trent’anni accompagna coppie di sposi a vivere in pienezza la loro vocazione. Autore di numerose pubblicazioni di spiritualità coniugale, cura per il magazine Punto Famiglia la rubrica “Corrispondenza familiare”.




ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.