16 Gennaio 2023

Clarissa e il suo fastidioso pancione tra le macerie di Kharkiv

Clarissa Ward, giornalista e conduttrice statunitense, è un’inviata della CNN. Si trova ora al fronte in Ucraina per girare uno speciale sul primo anniversario dell’invasione della Russia, 24 febbraio 2022. Nessuna particolarità se non fosse per il fatto che è incinta al quinto mese di gravidanza e la sua foto con il pancione tra le rovine di Kharkiv ha fatto molto discutere sui social. È sposata dal novembre 2016 con il gestore di fondi Philipp von Bernstorff e ha altri due figli: Caspar (2 anni) ed Ezra (4 anni). La sua scelta di partire per il fronte ha generato molte polemiche.

Alla rivista People Clarissa ha dichiarato: «Non andrò in prima linea. La squadra ha fatto di tutto per individuare le strutture prenatale che si troveranno lungo il nostro percorso», e ha aggiunto «Sarà piuttosto impegnativo con i viaggi e il freddo intenso. Ma migliaia di ucraine vivono la stessa esperienza». Non ha nausee e anzi si sente molta energia dentro. Sta bene, insomma. Mentre la sua famiglia è oltremodo eccitata per la terza nascita in arrivo: «Sono figlia unica. Quindi ho sempre amato l’idea di avere una grande famiglia».

Chi la critica fa invece notare che le donne ucraine non hanno scelta. Mentre scegliere di mettersi deliberatamente in una situazione pericolosa quando si è in gravidanza può essere controproducente per tutte le donne che con fatica hanno conquistato il diritto ad essere tutelate e a lavorare in sicurezza durante la gravidanza. Monica Maggioni, direttrice del Tg1, in un’intervista a la Repubblica ha dettoche lei non sarebbe partita. Mentre se fosse stata la sua direttrice, avrebbe valutato attentamente.

Certamente la scelta di Clarissa è molto particolare e forte. Non credo che lei stessa metterebbe da madre a rischio la sua vita. Si sente tutelata e vive la gravidanza, la terza all’età di 43 anni, in modo del tutto naturale anche senza quella medicalizzazione del tempo gestazionale che negli ultimi anni sta togliendo molto alla naturalità di questo tempo, generando nelle donne anche tante ed eccessive tensioni.

Voglio poi aggiungere che certamente lo sguardo di una giornalista, donna e madre, è un valore aggiunto nella narrazione della realtà che in questo momento interessa purtroppo l’Ucraina. Una madre scorge particolari e legge i fatti con quella tenerezza e quella particolarità che dona colore a calore alle pur drammatiche vicende.

Dovremmo in generale dare alla maternità una sua centralità. Credo che le polemiche nascano anche da un problema culturale. In fondo dà fastidio vedere una madre che continua a lavorare e anche bene nonostante il pancione. Non risponde agli standard di benessere fisico e psicologico che si rincorrono oggi. Il sacrificio, il lavoro duro, l’essere una donna in carriera senza trascurare di essere anche una madre in fondo è irritante per tanti che hanno fatto della loro realizzazione personale il centro della vita.

Sono certa che Clarissa tornerà presto a casa dopo la fine del suo servizio e la sua foto tra quelle macerie con il pancione ben in vista è una luce di speranza per tanti, soprattutto donne, che vivono ancora l’orrore di una guerra assurda e devastante.


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO



Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.