L’embrione è o non è un essere umano? Le dichiarazioni della Maiorino fanno discutere

bambino embrione

“Il partito di Meloni vuole derubare le donne della proprietà sul proprio corpo e attribuire soggettività giuridica superiore a un ovocita fecondato rispetto alla femmina umana adulta. Neanche se fosse una battuta farebbe ridere. Delirio ideologico puro”. Così la senatrice M5S Alessandra Maiorino, sulla capacità giuridica del concepito.

Le affermazioni stizzite della senatrice 5 Stelle Alessandra Maiorino al disegno di legge di Fratelli d’Italia sulla capacità giuridica del concepito portano alla luce di nuovo una questione importante: il concepito nel grembo materno è un essere umano oppure no?

Meglio usare il termine “concepito” che “embrione”, perché addirittura il piccolo embrione viene declassato ad “ovulo fecondato”, che è una vera aberrazione scientifica. 

Ecco le affermazioni della senatrice 5 stelle: “Esproprio patriota dell’utero: il partito di Meloni vuole derubare le donne della proprietà sul proprio corpo e attribuire soggettività giuridica superiore a un ovocita fecondato rispetto alla femmina umana adulta. Neanche se fosse una battuta farebbe ridere. Purtroppo, è il monstrum giuridico con cui questa maggioranza minaccia tutte le italiane in età fertile. Delirio ideologico puro”. 

Leggi anche: In Italia l’aborto è un diritto? Vediamo cosa dice la legge 194 (puntofamiglia.net)

Così la senatrice M5S Alessandra Maiorino commenta all’Adnkronos il ddl di Fratelli d’Italia recante la “modifica dell’articolo 1 del codice civile in materia di riconoscimento della capacità giuridica ad ogni essere umano”, che ha come obiettivo quello di dichiarare che “la soggettività giuridica ha origine dal concepimento, non dalla nascita”. 

Il Movimento per la Vita italiano da decenni parla della capacità giuridica del concepito umano che addirittura già per legge può ereditare dei beni. Carlo Casini lanciò il famoso concetto “l’embrione uno di noi” che la Chiesa italiana fece sua.

Ripetiamo la domanda decisiva: il concepito nel grembo di una donna è un essere umano?




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Gabriele Soliani

Gabriele Soliani, nato a Boretto (Reggio Emilia) il 24-03-1955. Medico, psicoterapeuta, sessuologo, adolescentologo, giornalista pubblicista iscritto all’Ordine. Libero professionista. Ha collaborato per 9 anni al Consultorio Familiare diocesano di Reggio Emilia. Sposato con Patrizia, docente di scuola superiore. Vive a Napoli dal 2015. Ministro della Santa Comunione e Lettore istituito.

ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.