Intervista esclusiva a Gianna Jessen, sopravvissuta ad un aborto salino

A colloquio con Gianna Jessen, la voce del bambino abortito: “Se l’aborto era esclusivamente un diritto di mia madre, dov’era il mio diritto quel giorno? Lo so che ai benpensanti non piace parlare di Gesù Cristo, ma io sono viva grazie a Lui e se non fosse così non avrei nulla da raccontare”.