Eventi

“Fidarsi è meglio”, al via la V Settimana del Diritto alla Famiglia

È prevista oggi 8 maggio 2015 alle ore 10,30 in streaming sul sito www.settimanafamiglia.it la Conferenza Stampa di apertura della V Settimana del Diritto alla Famiglia che avrà come tema: “Fidarsi è meglio. Nuove alleanze tra le famiglie e per le famiglie”, promossa da Federazione Progetto Famiglia e da Editrice Punto Famiglia.

Da Trento a Palermo, la straordinaria kermesse abbraccerà in una settimana più di 300 eventi che si svolgeranno in collaborazione con centinaia di comuni, parrocchie e organizzazioni no profit per ribadire che la famiglia è una grande ricchezza e risorsa per l’umanità e per promuovere una stagione di nuove alleanze tra le famiglie e per le famiglie. “Oggi più che mai la solitudine è diventata un male che attanaglia tutti. Siamo vittime inconsapevoli della diffidenza che genera isolamento” afferma Marco Giordano, presidente della Federazione Progetto Famiglia. “Ma le famiglie non devono arrendersi alla solitudine  perché esse nascono per essere in relazione, per essere con e per l’altro”. “Bisogna recuperare quelle buone e sane relazioni di cortile, di buon vicinato, di apertura” continua Marco “che sono in grado intessere quella rete per dare una risposta al disagio che tante famiglie vivono. Dobbiamo aprirci ad una cultura della solidarietà tra famiglie”.

Diversi i punti focali dell’iniziativa: 1) promuovere gruppi di famiglie solidali per sostenere in modo particolare bambini che vivono un disagio; 2) sviluppare alleanza territoriali per la famiglia con associazioni, enti pubblici e privati; 3) valorizzare le case famiglia che accolgono minori: 4) attivare un network per l’accoglienza delle gestanti in difficoltà; 4) accompagnare i genitori nel difficile compito educativo.

Nell’ambito della Conferenza Stampa verrà consegnato il Premio Ambasciatore della Famiglia. Quest’anno il riconoscimento è assegnato al dott. Luciano Malfer. Accogliendo nel 2009 con passione e responsabilità l’incarico del Coordinamento politiche familiari e di sostegno alla natalità, Malfer ha inaugurato in Trentino un esempio virtuoso di welfare per tutto il territorio nazionale. Con la nascita dell’Agenzia per la Famiglia, insieme al suo gruppo di lavoro, ha dimostrato efficacemente come l’amministrazione pubblica può essere un volano per valorizzare la natura e il ruolo della famiglia, un catalizzatore di eccellenze, una piazza d’incontro per costruire reti fra le diverse agenzie del territorio. Durante la Settimana la Federazione Progetto Famiglia inaugurerà a Pompei presso il Centro per il Bambino Giovanni Paolo II, una casa di accoglienza, Maria Madre della Provvidenza, per donne vittime di violenza e per bambini maltrattati.

Grande soddisfazione per la Settima è stata espressa anche da Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari: “La Settimana del Diritto alla Famiglia sta diventando una piacevole abitudine. È  bello vedere il coraggio, l’entusiasmo e la generosità “giustamente ambiziosa” di Progetto famiglia nel promuovere questo evento, di anno in anno, con una progressione qualitativa e quantitativa che fa impressione; siamo a 300 eventi, alla quinta edizione, e non sembrano intenzionati a smettere…Scherzi a parte, questa iniziativa è davvero impressionante, perché nella progressiva sfiducia e disillusione del nostro Paese, gli amici di Progetto Famiglia continuano a testimoniare, tenacemente e testardamente, che la famiglia è un grande motore di solidarietà, e che le famiglie associate sono la vera benzina nel motore di questo Paese. E la parola “fiducia” quest’anno campeggia giustamente, e quasi profeticamente, a segnare la settimana 2015”. Un incoraggiamento importante in questo focus nuovo e interessante sulla famiglia e per la famiglia.




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



ANNUNCIO



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.