Ciad

Un progetto di solidarietà e di salvaguardia del Creato

Federazione italiana scuole materne

Federazione italiana scuole materne

La Fism ha realizzato un progetto di solidarietà in Ciad, uno dei Paesi più poveri al mondo, per permettere la costruzione di tre piccole scuole dell’infanzia, un orto e un pozzo per madri e figli.

“L’orto delle mamme” è il progetto di solidarietà promosso dalla Fism (Federazione italiana scuole materne) in Ciad. In piena sintonia con Papa Francesco e la prima giornata del Creato – celebrata lo scorso primo settembre – la Federazione «cerca di promuovere, nelle proprie scuole, un’educazione al rispetto dell’ambiente in cui crescono i bambini e, allo stesso tempo, una cultura dell’incontro». L’ente ha scelto « uno dei Paesi più poveri del mondo, dove solo il 28% della popolazione adulta, sa leggere e scrivere» per realizzare «la costruzione di tre piccole scuole dell’infanzia, un orto e un pozzo», con l’obiettivo di «coniugare l’educazione dei piccoli con quella delle mamme che, accanto alla scuola, coltivano l’orto, i cui frutti danno sostegno alla comunità e insieme preservano l’ambiente». «La salvaguardia del Creato – sottolinea la Fism – interpella tutti e ciascuno di noi deve cercare di dare una risposta personale e comunitaria».




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE






ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.