17 Febbraio 2024

In principio la famiglia

“Claudio è rimasto a casa da lavoro per una settimana a causa dell’influenza. In quei giorni è stato da solo con i nostri figli, Sole, che ha quasi 6 anni, e Leone, di 4. Non era mai successo che potesse godersi i bambini da solo tanto a lungo. Era venerdì 12 gennaio. Ci siamo confrontati e abbiamo deciso di chiudere la nostra amata attività, che per noi è come una terza figlia. Il lunedì successivo, il 15 gennaio, abbiamo chiamato i nostri clienti e amici più cari e abbiamo annunciato che avremmo iniziato la liquidazione totale. Tra lo stupore di tutti”. A parlare è Sonia Andreazzoli moglie di Claudio Tani, che con i loro due figli vivono nel borgo di Monteverdi Marittimo, in provincia di Pisa e hanno un negozio di alimentari molto ricercato che hanno deciso di chiudere per mettere al centro la famiglia.

Sonia ha 35 anni e ha fatto la geometra fino a quando ha conosciuto suo marito, Claudio, 39 anni che per 17 anni ha fatto il barbiere. “In questi cinque anni abbiamo fatto sempre ferie brevi di tre o quattro giorni per il tipo di lavoro che abbiamo messo in piedi, fatto di ricerca continua di materie prime di qualità eccellente e rapporti con i fornitori – racconta ancora Sonia -. basti pensare che ero incinta del bimbo e ho passato la gravidanza in negozio e sono rientrata quando Leone aveva un mese e mezzo. Quando ci siamo confrontati ci siamo resi conto che i nostri figli crescono e ci stiamo perdendo i loro anni più belli. Ne vale la pena?”. 

A chi ha chiesto a Sonia e a Claudio come manterranno la famiglia senza un lavoro, arriva un’altra risposta sorprendente: dal 12 gennaio, in dieci giorni, hanno ricevuto tante offerte da amici e fornitori che apprezzavano il loro modo di lavorare. Così “io farò un lavoro d’ufficio – dice Sonia – e Claudio ha ricevuto la proposta che aspettava da una vita, che era il suo sogno nel cassetto. Entrambi gli impieghi ci consentiranno di stare con i bambini. Ci trasferiremo, forse in un’altra città”.

Una storia semplicissima ma che profuma di buono e di cose semplici. E nello stesso tempo una storia che comporta una scelta coraggiosa perché mette al centro la famiglia e i figli. È vero che non tutti possono permettersi di compiere questi passi ma è un raggio di sole questa esperienza ed incoraggia tanti a considerare quali sono le vere priorità nella vita.



Il Caffè sospeso...
aneddoti, riflessioni e storie di amore gratuito …quasi sempre nascoste.

Il caffè sospeso è un’antica usanza a Napoli. C’è chi dice che risale alla Seconda Guerra Mondiale per aiutare chi non poteva permettersi nemmeno un caffè al bar e c’è chi dice che nasce dalle dispute al bar tra chi dovesse pagare. Al di là delle origini, il caffè sospeso resta un gesto di gratuità. Nella nuova rubrica che apre l’anno 2024, vorrei raccontare storie o suggerire riflessioni sull’amore gratuito e disinteressato. Quello nascosto, feriale, quotidiano che nessuno racconta, che non conquisterà mai le prime pagine dei giornali ma è quell’amore che sorregge il mondo, che è capace di rivoluzionare la società dal di dentro. Buon caffè sospeso a tutti!


Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Un Caffè sospeso"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.