BRICIOLE DI VANGELO

18 Novembre 2022

Tutto ciò che offusca

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 19,45-48)
In quel tempo, Gesù, entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano, dicendo loro: «Sta scritto: “La mia casa sarà casa di preghiera”. Voi invece ne avete fatto un covo di ladri».
Ogni giorno insegnava nel tempio. I capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo morire e così anche i capi del popolo; ma non sapevano che cosa fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue labbra nell’ascoltarlo.

Il commento

Ed entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano” (19,45). Non appena entra in Gerusalemme, Gesù si reca subito nel Tempio, come se fosse quello l’incontro più urgente, l’appuntamento decisivo. L’amarezza e il pianto lasciano il posto ad un gesto che mostra, se mai ce ne fosse bisogno, la natura profetica della sua missione. Scacciando i mercanti, Gesù proclama e ricorda a tutti la dignità del luogo santo, lo fa richiamando le parole custodite nel libro del profeta Isaia: “La mia casa sarà casa di preghiera” (19,46). Il Tempio non è soltanto l’opera che, più di ogni altra, manifesta la grandezza di Dio ma il luogo in cui l’uomo si reca per incontrare Dio e imparare a vivere ogni cosa a partire da Lui. A giudizio di Gesù la presenza dei mercanti offusca questa verità, impedisce all’uomo di volgere lo sguardo a Dio con purezza e totalità di cuore.

Questa pagina invita ciascuno di noi a verificare con sincerità se desideriamo davvero vivere di Dio e per Dio. Le buone intenzioni possono suscitare e supportare un desiderio vago e inconcludente. Dobbiamo scrutare più a fondo quello che portiamo nel cuore per accertare se la nostra vita è ispirata, motivata e sospinta dal desiderio di piacere a Dio. Se vogliamo alimentare e tradurre questo desiderio in scelte concrete e significative, non basta evitare ciò che fa male e danneggia noi stessi e gli altri, dobbiamo allontanare con determinazione tutto ciò che inquina il nostro orientamento a Dio e tutto quello che impedisce di rispondere con generosità agli appelli che Dio semina nella nostra vita. Poco prima di entrare in monastero, all’età di 15 anni (!), Teresa di Lisieux scrive: “Quando Gesù mi avrà deposto sulla riva benedetta del Carmelo, voglio donarmi interamente a lui, voglio vivere solo per Lui” (LT 43B). La testimonianza dei santi sollecita una verifica più accurata per individuare e togliere tutto ciò che appesantisce il cammino della fede; e chiede di attuare una purificazione più efficace.



Briciole di Vangelo

di don Silvio Longobardi

s.longobardi@puntofamiglia.net

“Tutti da Te aspettano che tu dia loro il cibo in tempo opportuno”, dice il salmista. Il buon Dio non fa mancare il pane ai suoi figli. La Parola accompagna e sostiene il cammino della Chiesa, dona luce e forza a coloro che cercano la verità, indica la via della fedeltà. Ogni giorno risuona questa Parola. Ho voluto raccogliere qualche briciola di questo banchetto che rallegra il cuore per condividere con i fratelli la gioia della fede e la speranza del Vangelo.


Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Silvio Longobardi

Silvio Longobardi, presbitero della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, è l’ispiratore del movimento ecclesiale Fraternità di Emmaus. Esperto di pastorale familiare, da più di trent’anni accompagna coppie di sposi a vivere in pienezza la loro vocazione. Autore di numerose pubblicazioni di spiritualità coniugale, cura per il magazine Punto Famiglia la rubrica “Corrispondenza familiare”.




ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.