BRICIOLE DI VANGELO

22 Novembre 2022

Tutto passa

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 21,5-11)
In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».
Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».
Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.

Il commento

Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?” (21,7). Questo Vangelo invita a fare i conti con la realtà. L’autorità di Gesù dona alle sue parole la forza di un vento impetuoso. Per questo il suo annuncio (21,6) suscita un legittimo sconcerto nei discepoli che chiedono di sapere quando e come si realizzerà l’oscura profezia. Il Maestro non risponde, non spiega quali sono i segni che precedono e preparano la distruzione. anzi chiede di non lasciarsi ingannare da tutti coloro che annunciano sciagure. Nel corso dei secoli non sono mai mancati i maestri della catastrofe ma oggi sono particolarmente numerosi ed hanno molti e agguerriti seguaci nelle giovani generazioni. Il disastro ecologico è presentato come un dogma, la rovina appare inevitabile. Tutto questo alimenta un clima di crescente angoscia, soffoca ogni legittima e doverosa speranza e finisce per favorire una reazione incontrollata e del tutto irrazionale. Gesù non preannuncia flagelli, si limita a ricordare che tutto ciò che vediamo e amiamo è soggetto alla legge della caducità. Tutto passa. Sic transit gloria mundi: nel rito tradizionale dell’elezione del Papa, il cerimoniere pronunciava tre volte queste parole dinanzi al nuovo Vicario di Cristo. Un prezioso e salutare ammonimento per tutti i potenti di questo mondo.

Badate di non lasciarvi ingannare” (21,8): ci sono e ci saranno sempre falsi maestri che avranno la pretesa di insegnare nel nome di Gesù. Per non cadere in questa trappola, stringiamoci al Figlio di Dio, sorgente inesauribile di vita: è Lui che riedifica le case distrutte a causa del peccato e ripara le brecce di un’umanità ferita dall’odio; è Lui che dona energie sempre nuove e, quando giunge la morte, apre le porte della vita senza fine. Uniti a Lui, diventiamo con Lui sorgente di vita per le persone affidate alle nostre cure. Oggi chiediamo la grazia di seminare tutto il bene possibile con la certezza che tutto concorre a preparare “nuovi cieli e una terra nuova” (2Pt 3,13).



Briciole di Vangelo

di don Silvio Longobardi

s.longobardi@puntofamiglia.net

“Tutti da Te aspettano che tu dia loro il cibo in tempo opportuno”, dice il salmista. Il buon Dio non fa mancare il pane ai suoi figli. La Parola accompagna e sostiene il cammino della Chiesa, dona luce e forza a coloro che cercano la verità, indica la via della fedeltà. Ogni giorno risuona questa Parola. Ho voluto raccogliere qualche briciola di questo banchetto che rallegra il cuore per condividere con i fratelli la gioia della fede e la speranza del Vangelo.


Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Silvio Longobardi

Silvio Longobardi, presbitero della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, è l’ispiratore del movimento ecclesiale Fraternità di Emmaus. Esperto di pastorale familiare, da più di trent’anni accompagna coppie di sposi a vivere in pienezza la loro vocazione. Autore di numerose pubblicazioni di spiritualità coniugale, cura per il magazine Punto Famiglia la rubrica “Corrispondenza familiare”.




ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.