30 Dicembre 2023

2024: idee per vivere l’Anno della Preghiera

In preparazione al Giubileo ormai prossimo, la santa Madre Chiesa ci invita a dedicare più spazio alla preghiera. Questo l’invito di Papa Francesco: “[…] recuperare il desiderio di stare alla presenza del Signore, ascoltarlo e adorarlo. Preghiera, inoltre, per ringraziare Dio dei tanti doni del suo amore per noi e lodare la sua opera nella creazione, che impegna tutti al rispetto e all’azione concreta e responsabile per la sua salvaguardia. Preghiera come voce ‘del cuore solo e dell’anima sola’ (cfr At 4,32), che si traduce nella solidarietà e nella condivisione del pane quotidiano. Preghiera che permette ad ogni uomo e donna di questo mondo di rivolgersi all’unico Dio, per esprimergli quanto è riposto nel segreto del cuore. Preghiera come via maestra verso la santità, che conduce a vivere la contemplazione anche in mezzo all’azione. Insomma, un intenso anno di preghiera, in cui i cuori si aprano a ricevere l’abbondanza della grazia, facendo del Padre nostro, l’orazione che Gesù ci ha insegnato, il programma di vita di ogni suo discepolo”.

In principio dunque la preghiera potremmo dire, nelle sue molteplici forme di lode, di supplica, di ringraziamento, di intercessione. Tutti aspetti che ci aiutano a comprendere che Dio solo è la sorgente di vita. Da Lui scaturiscono tutto il Bene e tutta la nostra gioia. Ho pensato dunque per essere concreti di offrire qualche suggerimento per vivere la preghiera familiare nel nuovo anno. Sono solo proposte e idee che ciascuna famiglia può arricchire con la propria creatività e ciò che il lo Spirito suggerisce…

Gennaio

Cominciamo il nuovo anno prendendoci un piccolo impegno di preghiera familiare. Ogni giorno a pranzo o a cena, quando è radunata tutta la famiglia preghiamo insieme il Padre nostro e benediciamo la mensa.

Febbraio

Soffermiamoci a rileggere ad alta voce in famiglia il brano del Vangelo della domenica precedente. Prendiamo la sana abitudine di far risuonare la Parola nella nostra casa, di confrontarci per le scelte importanti per comprendere il progetto di Dio sulla nostra famiglia.

Marzo

Questo mese cercheremo di vivere un momento di riconciliazione in famiglia per chiedersi vicendevolmente scusa e perdono per tutte le volte in cui non ci si accoglie con amore. è bene coinvolgere anche i figli piccoli per educarli a vivere con gratuità l’amore.

Aprile

Partecipiamo come famiglia ad un’Adorazione Eucaristica. Stare alla presenza di Gesù è una scuola di santità perché si riconosce che è Lui il Maestro che dobbiamo ascoltare e seguire.

Maggio

Nel mese dedicato alla Vergine, prepariamo in casa un angolo con un’icona della Madonna ben in vista. Se possibile ogni giorno la famiglia si riunisce per recitare il Rosario o almeno un solo mistero affidando alle mani amorevoli della Madre ogni nostra necessità, chiedendo in particolare il dono della pace.

Giugno

Nel mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù cercheremo di andare a Messa oltre la domenica anche in settimana, per gustare la tenerezza e l’intimità di ricevere la santa Eucaristia chiedendo di diventare anche noi rendimento di grazie per i fratelli.

Luglio

Organizziamo un pellegrinaggio familiare presso un santuario mariano, eucaristico o sulla tomba di un santo. Sarà un bel momento per approfondire la fede e affidarsi a Dio come famiglia.

Agosto

Alzare gli occhi al Cielo e riconoscere che il Creato è opera di Dio. Educare tutti a rendere lode a Dio amando e rispettando tutte le creature. Fare una passeggiata in montagna e fermarsi a lodare Dio.

Settembre

Inizio di tutte le attività lavorative e della scuola per i figli, imparare a cominciare ogni nostro lavoro con un segno di croce e la preghiera.

Ottobre

In questo mese preghiamo per tutti i missionari, uomini e donne che si spendono ogni giorno per il Vangelo. Se possibile possiamo partecipare anche con una colletta familiare alle missioni nella Chiesa. 

Novembre

In questo mese una preghiera speciale per tutti i defunti a noi cari, nella certezza che ciò è molto gradito a Dio.

Dicembre

Prepariamo il presepe già dall’inizio dell’Avvento coinvolgendo grandi e piccini. Davanti alla grotta la famiglia si raduna, canta e prega per chiedere al Bambino di Betlemme di farci crescere nelle virtù della fede, della speranza e della carità.


Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE



Giovanna Abbagnara

Giovanna Abbagnara, è sposata con Gerardo dal 1999 e ha un figlio, Luca. Giornalista e scrittrice, dal 2008 è direttore responsabile di Punto Famiglia, rivista di tematiche familiari. Con Editrice Punto Famiglia ha pubblicato: Il mio Giubileo della Misericordia. (2016), Benvenuti a Casa Martin (2017), Abbiamo visto la Mamma del Cielo (2016), Il mio presepe in famiglia (2017), #Trova la perla preziosa (2018), Vivere la Prima Eucaristia in famiglia (2018), La Prima Comunione di nostro figlio (2018), Voi siete l'adesso di Dio (2019), Ai piedi del suo Amore (2020), Le avventure di Emanuele e del suo amico Gesù (2020), In vacanza con Dio (2022).

ANNUNCIO

ANNUNCIO

Vai all'archivio di "Con gli occhi della fede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.