n. 6 - anno X

Famiglia, scuola di misericordia

Ogni soglia di una casa dovrebbe diventare l’entrata nella scuola della comunione e dell’amore.

IN COPERTINA

Famiglia, scuola di misericordia

Da questo numero e per tutto l’anno 2016 Punto Famiglia racconterà storie dove la misericordia è vissuta come dono di Dio e come dimensione essenziale che plasma e accompagna la vita familiare. Sono gli sposi che devono imparare a vivere il linguaggio del perdono e ad insegnarlo ai loro figli.

 

LA STORIA

Dal male di vivere alla gioia della fede

Arriva in casa degli italiani attraverso il piccolo schermo alla fine degli anni ’90 partecipando ad alcuni varietà. Poi tante esperienze in teatro. Ma raggiunge l’apice della popolarità quando, confermando la presenza in casa Rai, interpreta Melina in Un medico in famiglia nel 2007. Peccato che le luci dei riflettori non possano illuminare quella che oggi è la vita vera di Beatrice Fazi.

 

SOCIETÀ

Unioni civili, una terza via confusa e contraddittoria

Ho molta difficoltà a comprendere tutta la fatica che il Parlamento Italiano sta dedicando alle unioni civili. La nostra amata Italia ha emergenze drammatiche, ma il Legislatore concentra tanta attenzione ad un tema delle cui utilità mi permetto di dubitare profondamente.

 

SINODO SULLA FAMIGLIA

Una sosta necessaria nel cammino della Chiesa

Il Sinodo è stato un grande evento ecclesiale che è servito ad accendere i riflettori sulla famiglia e a riportare il matrimonio alla sua bellezza e alla sua centralità nella vita ecclesiale. Oltre alle famiglie, il grande protagonista è stato papa Francesco. Ecco perché.

 

TESTIMONI

Ulisse Amendolagine: Una santità vissuta nell’ordinario

Mi sembra che non ci sia altro da fare che stare in adorazione perpetua davanti al Tabernacolo.


 

SCOPRI COME ABBONARTI

>> MAGGIORI INFO 




Aiutaci a continuare la nostra missione: contagiare la famiglia della buona notizia

Cari lettori di Punto Famiglia,
stiamo vivendo un tempo di prova e di preoccupazione riguardo il presente e il futuro. Questo virus è entrato prepotentemente nella nostra quotidianità e ci ha obbligati a rivedere i tempi del lavoro, delle amicizie, delle Celebrazioni. Insomma, ha rivoluzionato tutta la nostra vita e non sappiamo fin dove ci porterà e per quanto tempo. Ci fidiamo delle indicazioni che provengono dal Governo e dagli organi sanitari preposti ma nello stesso tempo manifestiamo con la nostra fede che “il Signore ci guiderà sempre” (cfr Is 58,11).

CONTINUA A LEGGERE




ANNUNCIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per commentare bisogna accettare l'informativa sulla privacy.